NEWS

30 aprile 2018

La Cassazione torna sul concetto di "interesse o vantaggio dell'ente" applicato ai reati colposi nel catalogo 231

Con la sentenza n. 16713 del 16.4.2018, attinente un caso di omicilio colposo conseguente ad un incidente sul lavoro, la Cassazione ribadisce i concetti già espressi dalle Sezioni Unite (sentenza n. 38343 del 24.4.2014) affermando innanzitutto che i due criteri di imputazione previsti dall'art. 5 del d.lgs. n. 231/2001, costituiti dall'interesse o dal vantaggio dell'ente, si "pongono in rapporto di alternatività come confermato dalla congiunzione disgiuntiva "o" presente nel testo della disposizione"...

20 marzo 2018

Garante Privacy: nessuna pronuncia sul differimento dello svolgimento delle funzioni ispettive e sanzionatorie

Il Garante, con nota del 19 aprile 2018 ha precisato di non essersi mai pronunciato sul differimento dello svolgimento delle funzioni ispettive e sanzionatorie con ciò smentendo le notizie circolate sul alcuni siti web. Il provvedimento del 22 febbraio 2018, richiamato nei siti che davano notizia del differimento dell'applicazione delle sanzioni, riguardava: "a) le modalità attraverso le quali il Garante stesso monitora l'applicazione del Regolamento e vigila sulla sua applicazione...

15 marzo 2018

Sulla natura del rapporto di amministrazione e sulle relative conseguenze

Oggi commentiamo tre sentenze ormai risalenti della Corte di Cassazione (n. 14369/2015 n. 2759/2016 e n. 1545/2017, quest'ultima a Sezioni Unite) tutte afferenti la qualificazione del rapporto di amministrazione come rapporto societario in luogo del rapporto di tipo parasubordinato rientrante in quelli di cui all'art. 409 c.p.c. che veniva in precedenza riconosciuto sussistente. Il cuore della motivazione di tutte le tre citate sentenze - che supera la (ormai non più) granitica giurisprudenza formatasi successivamente alla sentenza n. 10680/1994 - è il seguente...

Studio Legale Fasola - via Borfuro 2 - tel. +39 035 0075008 - 24122 Bergamo C.F. FSLMTT80H07L388W - P.Iva 03099180162